A scuola di cucina. Broccoli: come evitare gli errori più comuni

In cucina, i broccoli (ma anche tutti gli altri ortaggi della famiglia dei cavoli), o si amano o si odiano.

Il sapore deciso e quella consistenza particolare possono risultare poco gradevoli ai palati più fini. Eppure tutti gli ortaggi appartenenti alla famiglia delle crocifere sono ricchi di elementi nutritivi come vitamina K, C, potassio e fosforo. Con un apporto calorico pari a meno di 30 calorie per etto, broccoli e famiglia sono ricchi di fibre e proteine e contengono inoltre gli istiocianati, che limitano lo sviluppo di cellule tumorali, oltre a controllare il colesterolo e prevenire il diabete.

Piacciano o no, i broccoli sono un vero toccasana! Cerchiamo quindi di conoscerli meglio, facendo una lista dei 5 errori più comuni che si fanno con questi ortaggi.

appetite-1239153_1280

La scelta

Siete al supermercato e state per scegliere i broccoli per la cena? Evitate quelli dal colorito giallognolo e comprate solo il broccolo dal colore verde scuro uniforme. Se le infiorescenze iniziano a ingiallire significa che il broccolo non è fresco e tanti dei preziosi componenti nutritivi stanno iniziando a svanire. Anche durante la cottura il broccolo non dovrebbe mai perdere quel bel colore verde brillante.

Per conservarli al meglio, metteteli in una busta di plastica non sigillata e nello scomparto del frigo dedicato alla verdura. Ma non superate i tre giorni!

La pulizia

Per pulire i broccoli, eliminare la parte più dura dei gambi, ma non del tutto: essi infatti sono ottimi e la loro consistenza crea un ottimo contrasto con la morbidezza delle cime. Successivamente, dividere il broccolo in cimette e ancora divise in due nel senso della lunghezza. Infine sciacquare tutto in uno scolapasta sotto l’acqua corrente.

broccoli-2584308_1280Le foglie: butto o tengo?

Anche se è ormai un habitué di molte persone, mai buttare le foglie! Esse infatti sono ricche di vitamina A e C e cotte acquisiscono un retrogusto amarognolo, ma molto gradevole. Le foglie di broccolo possono essere trattate come quelle degli spinaci. Basta lavarle, metterle in una pentola e lessarle con l’acqua in cui sono state lavate. Successivamente saltatele in padella con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio e acqua del lavaggio. Sennò, una volta lessate, possono essere semplicemente condite con sale e olio per un’insalatina.

La lessatura

I broccoli vanno obbligatoriamente lessati, o cotti al vapore, per mantenere intatte tutte le proprietà nutrizionali. Anche nel microonde.
In acqua bollente salata e per la cottura a vapore basteranno 10-15 minuti, mentre nel microonde il tempo varierà in base alla quantità e alla potenza impostata. Per capire quando saranno cotti, basterà guardare quando la parte del gambo lasciata attaccata alle ci mette risulterà morbida.

Acqua di cottura

L’acqua di cottura dei broccoli, come di tutte le altre verdure, contiene molti nutrienti e vitamine. Se conservata al meglio, all’interno di un barattolo per qualche giorno nel frigo, può essere riutilizzata come brodo vegetale per dei risotti, per cuocere alla siciliana la tipica pasta con i broccoli o per zuppe e minestroni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.