Cecatelli di mare

Quanto ci piacciono i cecatelli della Cooperativa Palazzo Piccolo!

Questo formato di pasta è fantastico poiché, in cottura, rilascia una piccola parte di amidi che permettono al sugo – anche a quello “bianco” come per la nostra ricetta – di legare bene. Oltre ai tradizionali cecatelli, per preparare questo piatto abbiamo usato un’altra eccellenza pugliese, l’olio extravergine di oliva Masseriola, che conferisce al piatto un sapore deciso.

La Cooperativa Agricola Palazzo Piccolo è il frutto di una attività di famiglia lunga generazioni. Le materie prime provengono tutte da terreni a conduzione cooperativa e solidale. L’olio dell’Azienda Agricola Masseriola proviene dalle migliori olive raccolte e cresciute a 300 metri sul livello del mare. Queste olive vengono raccolte direttamente dalla pianta e passano a molitura entro 24-36 ore e al frantoio con macine a pietra.
Abbiamo deciso di condire questa pasta con un sugo che prepariamo spesso, soprattutto in vista dell’imminente stagione estiva, così da avere un piatto da servire nei pranzi delle più calde giornate che, si spera, arriveranno presto.

Cecatelli di mare_soffioIngredienti
(dosi per 4 persone)
1 spicchio di aglio tritato (se vi piace particolarmente potete aggiungerne uno spicchio, sempre tritato finemente)
500 gr di vongole lupino
8 gamberi
4 etti di cecatelli Palazzo Piccolo
8 pomodorini pachino
1 bicchiere di vino
olio q.b. extravergine di oliva Masseriola
sale q.b.
peperoncino a piacere
prezzemolo q.b.

Procedimento
Mettete le vongole a spurgare in una bacinella di acqua e sale (un cucchiaio per ogni litro). Pulite i gamberi, e separate le teste dalle code. Pulite i pomodorini e tagliateli a cubetti (o se vi piacciono più grossi potete semplicemente tagliarli a metà).

Mettete a bollire l’acqua in una pentola per la pasta, nel frattempo prendete una padella abbastanza capiente da contenere il sugo e la pasta da saltare dopo la cottura, aggiungete un filo di olio extravergine di oliva Masseriola e mettete a soffriggere l’aglio tritato finemente assieme al peperoncino e alle teste dei gamberi.

Quando l’aglio comincia a dorare aggiungete le vongole spurgate e chiudete il coperchio.
Fate cuocere finchè le vongole cominceranno ad aprirsi, a quel punto aggiungete i pomodorini e il bicchiere di vino e fate cuocere abbassando il fuoco e coprendo con il coperchio fino a quando i pomodorini si appassiranno.

Appena bolle, buttate la pasta e, quando mancheranno 2 minuti alla fine di cottura, rimuovete le teste di gambero e aggiungete le code, spegnendo il fuoco.

Scolate i cecatelli e fatela saltare nel sugo aggiungendo il prezzemolo tritato.

Buon appetito!

Autori: Veronica e Carlo
Blog: Il Soffio di Zefiro


Contatta subito le aziende per acquistare i loro prodotti!

Cooperativa Palazzo Piccolo
E-mail: info@palazzopiccolo.it

Masseriola Az. Agr. Biologica
E-mail: info@masseriola.com

Si ringraziano le cooperative e le aziende per la fornitura degli ingredienti per la realizzazione della ricetta.