Pad thai. Spaghetti di riso saltati con carne, gamberi e verdure

Il Pad thai è un saporitissimo primo piatto tailandese composto da noodles di riso saltati all’interno di un wok con maiale, gemberi, cipollotti, germogli di soia e arachidi tostati, il tutto condito con una deliziosa salsina da leccarsi i baffi.

Questa è la nostra versione, sicuramente diversa dall’originale ma comunque gustosissima, provatela!

spaghetti thai_marco e patriziaIngredienti
(dosi per 4 persone)
230 gr di spaghetti di riso
6 cucchiai di olio di semi di arachidi
1 cipollotto intero (compreso il gambo verde)
160 gr di filetto di maiale
220 gr di gamberi freschi
1 goccio di vino bianco frizzante
200 gr di germogli di soia
Per la salsa:
1 cucchiaino di zucchero
il succo di 1 lime
5 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiaio di ketchup
Per la guarnizione:
1 lime
50 gr di arachidi

Procedimento
Come prima cosa pulite e sgusciate i gamberi, quindi utilizzate i carapaci per fare un piccolo fumetto, ovvero mettete due cucchiai di olio di arachidi in un pentolino e appena sarà caldo unite i gusci, schiacciate bene con un cucchiaio di legno per fare fuoriuscire i succhi, quindi spruzzate con il vino e una volta evaporato unite un bicchiere abbondante di acqua e fate restringere a fuoco lento, filtrate il tutto e tenete il fumetto da parte e fate raffreddare.

Nel frattempo preparate la salsa: amalgamate fra loro il fumetto, lo zucchero, il succo di lime, la salsa di soia e il ketchup.

Cuocete gli spaghetti di riso, leggete le istruzioni sulla confezione ma scolateli un paio di minuti prima di quanto indicato e risciacquateli.

Scaldate un wok e versatevi 4 cucchiai di olio di arachidi, aggiungete il cipollotto tritato finemente (compreso il gambo) quando si sarà rosolato mettete il filetto di maiale tagliato a piccoli cubetti, fate colorire, unite gli spaghetti, mescolate accuratamente quindi versate la salsa e mescolate nuovamente, continuando la cottura per pochi minuti. A questo punto aggiungete i germogli di soia e i gamberi e lasciate rosolare mescolando continuamente per 5 minuti.

Servite guarnendo con qualche fetta di lime e una manciata di arachidi, che precedentemente avrete tritato grossolanamente e tostato in padella.

Autori: Marco Domati e Patrizia Romani
Blog: Niente dieta da domani