A NATALE IN COMPAGNIA DEL BON TON!

È vero che a Natale dovremmo essere tutti più buoni, ma anche più educati!

Siamo abituati a trascorrere questa Festività in compagnia delle persone più care ed è bello poter condividere con loro un pranzo in armonia. Facendo attenzione a piccole accortezze su come addobbare la sala da pranzo e su come accogliere al meglio i nostri ospiti, ad esempio, non potremmo che passare un felice e sereno Natale!

tavola galateo natIniziamo dall’addobbo della casa e della tavola.
Siccome piace respirare aria natalizia anche all’interno della propria casa, è giusto addobbare con qualche decorazione l’albero di Natale, appendere una ghirlanda e, perché no, aggiungere anche qualche candela.

Attenzione! Non esagerate con le decorazioni perché potrebbero risultare pacchiane o troppo ingombranti.

La tavola deve essere più curata del solito, addobbata con qualche candela e centrotavola in tema, mantenendo sempre uno stile sobrio.

Il sotto piatto non deve mai mancare perché delimita i posti di ciascun ospite.

Se gli ospiti sono più di sei è meglio mettere dei segnaposti (e qui, via libera alla fantasia, ma senza esagerare!).

Le posate vanno sempre messe ai lati del piatto: il coltello sulla destra con la lama rivolta verso il piatto e a seguire il cucchiaio all’esterno. Le forchette vanno a sinistra e messe in ordine in base al loro utilizzo: si inizierà ad utilizzare la forchetta più esterna fino ad arrivare a quella più interna.

I bicchieri vanno messi in alto a sinistra, tranne quello del vino che deve essere sopra la punta del coltello.

Passiamo all’arrivo degli ospiti.
Sarà bene accoglierli, prendere personalmente i loro cappotti e sistemarli possibilmente in un appendiabiti svuotato, così eviterete la classica “montagna” sul letto e che l’ospite si metta a rovistare tra i vari cappotti quando avrà bisogno di recuperare il suo.

Potrete offrire loro un aperitivo di benvenuto, porgendo direttamente il bicchiere all’ospite, senza l’uso del vassoio.

aperitivo natale galateo

Attenzione! Non servite solo bevande alcoliche, non tutti potrebbero reggere l’alcool…

Il momento del menù.
Non c’è un menù imposto dal galateo, ma l’educazione ci insegna di assicurarci che gli ospiti non si trovino a disagio durante il pranzo. Quindi, al momento dell’arrivo dell’invitato, sarà opportuno chiedere se ci sono particolari esigenze alimentari. Si provvederà successivamente a preparare un piatto adatto alle necessità dell’interessato.

Tutte le portate vanno servite su un vassoio, il quale verrà passato da commensale a commensale, partendo da sinistra verso destra.
Consiglio: mai eccedere con le portate, meglio poche ma buone!

Ovviamente, non possono mancare i dolci tipici del Natale:

  • il pandoro, verrà portato in tavola già tagliato e a forma di stella, per rimanere in tema.
  • il panettone, invece, sarà servito intero su un piatto decorato.

Entrambi, se non sono serviti con creme varie, possono essere mangiati con le mani: con una mano si tiene la fetta e con l’altra si spezza e si porta alla bocca.

  • il torrone, infine, che generalmente è duro, verrà portato in tavola tagliato a pezzetti.

Finiamo con i regali.
La consegna del regalo va fatta una volta finito il pranzo e sparecchiato la tavola.

Scegliamo con cura i regali da donare e teniamone qualcuno extra.
Attenzione! Non esagerate con doni ultra costosi, potrebbero mettere in imbarazzo chi ha scelto di donarti la solita crema corpo.
Ricorda di scartare in modo elegante e discreto e soprattutto con amore e riconoscenza.

regali galateo

Per concludere, un accorgimento se si è ospiti: mai presentarsi a mani vuote per la padrona di casa!

Leave a Reply

Your email address will not be published.