SE L’ABITO FA IL MONACO, LA BELLA TAVOLA FA IL BENVENUTO

Avete mai pensato all’esistenza di regole per apparecchiare una tavola chic ed elegante? Alzi la mano chi ha sempre messo le posate e i bicchieri sbagliati.

Noi italiani amiamo organizzare pranzi e cene a casa nostra. E se dovesse venire Alberto di Monaco con la moglie Charlene a cena?
Prevenire è meglio che curare!

Ecco dei consigli utili su come apparecchiare la tavola ad hoc:

IL TAVOLO
Ogni commensale deve avere 50 cm di spazio per potersi sentire a proprio agio, quindi bisogna accertarsi di avere un tavolo consono per l’occasione.
Le sedie devono essere, possibilmente, tutte uguali.
Riguardo alla disposizione degli ospiti a tavola, il galateo impone che i padroni di casa siano seduti uno di fronte all’altro.

LA TOVAGLIA
La protagonista.
Ma attenzione! Prima di mettere la tovaglia, al fine di attutire il rumore di piatti e bicchieri, è opportuno coprire il tavolo con un copri-tavolo. Questo fa sì che il tavolo sia protetto anche dal calore dei piatti e delle pietanze che verranno posti su di esso.
Fatto ciò, la scelta della tovaglia deve essere innanzitutto in tinta unita o con fantasie sobrie, in modo da essere adatta al ricevimento che si ha in mente. La caduta laterale non dovrebbe superare i 50 cm, per lato.
La si può abbellire con un centrotavola realizzato con una composizione di fiori o di frutta, facendo attenzione che non sia troppo ingombrante.

champagne-2264811_640I TOVAGLIOLI
Dovrebbero essere dello stesso tessuto della tovaglia, in caso contrario rimanere sulla tinta unita. Ancor meglio se si abbina con il colore della tovaglia e dei piatti. Se poi si ha un po’ di fantasia, si possono creare delle piccole composizioni da mettere sopra il piatto. La disposizione del tovagliolo può essere a destra o sinistra, ma mai sotto alle posate.

I PIATTI
Il numero di piatti e di posate necessarie per preparare la tavola varia sulla base delle portate del menù. Devono essere adagiati su un sottopiatto che è posato direttamente sulla tovaglia e devono essere disposti ad uguale distanza l’uno dall’altro. Si possono apparecchiare fino a tre piatti: uno per l’antipasto, uno per il primo e uno per il secondo. Infine, il piattino per il pane va adagiato in alto sulla sinistra, meglio se coperto con un tovagliolino.

LE POSATE
Alla sinistra del sottopiatto vengono posizionate le forchette considerando che quella all’esterno sarà quella della prima pietanza che solitamente è un antipasto. Le altre saranno posizionate successivamente in sequenza (primi, secondi). A destra del sottopiatto vanno posizionati i coltelli rivolti tutti con la lama verso il piatto e, se il menu lo prevede, anche il cucchiaio da minestra che andrà all’esterno. Il coltello da pesce, se si decide di servire il pesce, va messo alla destra del coltello classico sempre con la lama rivolta verso il piatto.

I BICCHIERI
I bicchieri vanno messi a destra del piatto in corrispondenza della punta del coltello. Possibilmente calici: uno grande per l’acqua e 2 per il vino, medio per il rosso e piccolo per il bianco. Il bicchiere da champagne o spumante va sempre messo oltre la linea dei bicchieri acqua-vino. Attenzione! NO a sotto bottiglie e sottobicchieri, equivarrebbe a mostrare la propria preoccupazione per le sorti della tovaglia.

E’ tutto pronto, bon appetit! 😉